Perchè è così importante avere uno zaino?

Per chi pratica biking, la questione dove ripongo le mie cose? Non è certo un dettaglio.

In genere un biker, degno di tale nome, evita di ornare i manubri della propria bici con borse e borselli sventolanti come i nastrini rosa sulla bici di una bamboccia del Midwest. Ma non è solo una questione estetica, piuttosto si tratta di un problema di distribuzione dei pesi ma soprattutto di sicurezza (con le vibrazioni infatti le borse potrebbero staccarsi, andando a finire pericolosamente fra le ruote). La cosa più sensata da fare è quindi comprare uno zaino adatto e capiente. Noi in questo articolo ti aiuteremo a capire come sceglierlo.

Se inizierai subito a praticare su sentieri e discese tecniche potrai affidarti fin da subito allo zaino da indossare sulle spalle, mentre se pratichi cicloturismo e ciclismo urbano, generalmente ci sentiamo di sconsigliarti questo articolo. Il motivo è molto semplice e di facile intuizione: ti fa sudare come un lottatore di sumo in sauna ad agosto. Inoltre, a causa dell’aumento del peso che si scarica sul sellino, rischierai di avvertire dei dolori di un certo tipo nella zona del “soprasella”.

Se invece ti dedichi alla mountain bike, sarai sicuramente rassegnato all’idea di sudare forte, e la presenza dello zaino farà davvero poca differenza. Inoltre il tempo trascorso sul sellino sarà decisamente minore rispetto ad una normale pedalata, poiché spesso ti ritroverai a ballare sulla sella per guidare la bici fra dossi, sassi, radici e curve strette. Quindi zaino o no, i dolori al posteriore sono scongiurati.

Non ti basta però comprare un normale zaino e caricarlo sulle spalle, questa scelta è da fare con cura ed attenzione. Un articolo generico infatti, con i soli due spallacci a sostenerlo, comincerà subito a ballonzolare sulla tua schiena provocando pericolosi sbilanciamenti. Perciò il tuo acquisto dovrà ricadere piuttosto su uno zaino progettato ad hoc per questo sport, la spesa ovviamente sarà leggermente maggiore ma è praticamente una scelta obbligata.

Ti spieghiamo tecnicamente in poche parole il perché: gli zaini per mountain bike si sviluppano in lunghezza riducendo larghezza e profondità e fanno in modo che il contenuto sia ben stretto, fermo, e vicino al corpo.  Sono inoltre dotati di due cinghie orizzontali in più, all’altezza della vita e del petto, per far aderire bene lo zaino al busto, un po’ lo stesso principio che usa il cucciolo di koala con la sua mamma per intenderci.

Essendo gli zaini per mountain bike piuttosto piccoli, è importante valutare cosa è indispensabile portare con te durante un’escursione. Non lasciarti prendere dalla sindrome del “non si sa mai” che assale le donne nel momento in cui fanno le valigie. Evita gli oggetti inutili e distribuisci bene, nelle apposite tasche di retina, i pochi eletti per evitare che un attrezzo multiuso o una camera d’aria comincino a vagare all’interno.

Quasi tutti gli zaini da biker hanno una sacca idrica, ovvero un contenitore in plastica flessibile che può essere riempito d’acqua, questo è collegato attraverso un piccolo tubo a delle asole presenti sugli spallacci dello zaino fino ad arrivare alla bocca. Grazie a tale portentoso supporto quindi, non solo non dovrai fermarti per dissetarti, ma potrai eliminare l’ingombro di borraccia e portaborraccia.

A questo punto ti starai sicuramente chiedendo, tutto ciò al modico prezzo di? Tranquillo, ci sono molti marchi e potrai trovare degli ottimi zaini da mountain bike a poche decine di euro.

Breve résumé delle caratteristiche necessarie per uno zaino da biker:

-flessibilità e facilità di regolazione del sistema di cinghie per bloccarlo al corpo
-presenza di numerose tasche chiudibili con zip per tenere ordinato il contenuto
-presenza di asole o altri sistemi per bloccare il tubicino della sacca idrica
-alcuni zaini sono dotati di una rete per tenere il casco nei momenti in cui si scende di sella
-alcuni zaini inoltre, più orientati all’enduro o al downhill, integrano una protezione per la schiena, che però aumenta il peso
-se uscite anche con la pioggia, è importante che lo zaino sia impermeabile o dotato di copertura impermeabile da applicare facilmente
-se vi piace prendere la traccia gps delle vostre uscite, cercate uno zaino che permetta di attaccare facilmente un supporto per smartphone se non avete un dispositivo gps.

Infine ti ricordiamo cosa mettere dentro allo zaino, ovvero:

-camera d’aria di ricambio e tutto ciò che è necessario per sostituirla (abilità inclusa)
-mini pompa
-multitool
-un po’ di cibo (snack leggeri, niente panino con la porchetta)
-un piccolo kit di primo soccorso
-telefono, chiavi di casa, soldi, documenti.

E con questo, diciamo che abbiamo riempito il vostro zaino con tutte le informazioni necessarie. Buona pedalata!