Scopri le manopole per le tue mani

Buongiorno o buona sera non importa.

Quello che importa è che ormai fai parte di quella cerchia di persone fortunate che ci hanno conosciuto e che grazie ai nostri articoli ne sanno sempre di più sulla manutenzione della bicicletta: prodotti da usare per mantenerla, cosa comprare, ma soprattutto perché comprare certi prodotto e non altri, per non spendere i tuoi soldi inutilmente.

Prendiamo ad esempio le manopole, due pezzi cilindrici rivestiti in gomma, quanto sono importanti?

MOLTO IMPORTANTI!

Non comprarle tanto a caso o perché il negozio sotto casa tua ne tiene solo poche o non è aggiornato. Pensa che la manopola non serve solo ad andare forte in salita, ma invece aumenta il tuo feeling in bici e riveste uno dei tre ruoli importanti come la sella e i pedali, che nella guida ti danno la sensibilità giusta.

Ogni manopola, è diversa da ogni altra per la larghezza, diametro, materiale, morbidezza, disegno del grip e sistema di fissaggio. 


Ci avresti mai pensato? Sicuramente no, perché forse nessuno ti ha mai spiegato esattamente a cosa servono tutte queste caratteristiche, quindi adesso segui bene: ti spiegherò tutte le mie competenze acquisite sulle manopole, così da metterti in condizione di acquistarle sempre su misura per te, in base alla disciplina che pratichi.

Iniziamo con la larghezza. Il punto di riferimento è il proprio palmo: la manopola deve essere in grado di ospitarlo e nelle discipline più estreme ti consiglio di considerare anche il guanto. Importantissimo per ogni disciplina, quando usi una manopola, la mano deve sempre rimanere ferma nella stessa posizione sia che pedali, sia che freni o che effetti una cambiata.

Diametro: è la misura che ti permette di avvolgere la manopola e può variare in base al materiale con cui è costruita, serve a distribuire gli urti in maniera uguale.


Il diametro, per la maggioranza delle persone è considerato standard. Nella maggior parte delle manopole lo è, ma sappi che scegliere quella giusta può variare anche in base alla disciplina. Per esempio, per le discipline più estreme come enduro e downhill, consiglio le manopole graviti che hanno la caratteristica di essere coniche dall’ interno all’ esterno, così con le vibrazioni e l’alta velocità tengono la mano più ferma e centrata e hanno anche un ottimo allestimento di colori da abbinare alla tua bici.

 

Non devi sottovalutare quello che hai appena scoperto, ogni volta che dovrai comprare le manopole, mettici un po’ più attenzione: cerca la manopola su misura per te.

Pensa anche che il palmo, insieme al dito medio anulare e al mignolo, tiene la manopola. Il dito indice è sul freno e quando è richiesto aiuta anche lui la presa, mentre il pollice ha un’azione di sicurezza, che non ti fa mai perdere la presa. Tutto queste informazioni sono molto importanti durante l’acquisto, soprattutto per la tua sicurezza.

Materiale. Qui abbiamo una vasta varietà di scelte, rivestimenti come silicone, spugna, materiali sintetici e tanti altri la fanno da padrona sulla manopola perché la rivestono, ma possono anche variare la presa.

Dipende anche molto da come ti piace guidare la tua bici e quanta sensibilità o confort vuoi avere. Attento e leggi bene anche quello che ti dirò tra poco, perché grazie alla mia esperienza ti svelerò tutti i dettagli più importanti, così capirai una volta per tutte che tipo di manopola scegliere per la tua disciplina.


Morbidezza: in questo discorso dobbiamo entrare molto sul personale perchè non è possibile delineare una regola fissa per tutte, ad esempio ci sono rider che sanno il fatto loro nella guida che non le utilizzano affatto per aver maggior feeling con la bicicletta, altri invece le sostituiscono in base a dove vanno a girare.
Questo l’ho imparato girando con rider che si sono sempre differenziati ad ogni livello e disciplina. Devi considerare che le manopole hanno un ruolo nel confort della pedalata perché assorbeno tutte le vibrazioni, ma tolgono leggermente quella sensibilità che potrebbe servirti in discesa.

Quindi, manopole morbide = maggior confort?  In genere si.


DISEGNO DEL GRIP. Quando sommerai tutto quello che hai appena letto, mettici anche gli ultimi consigli che ti darò e vedrai che d’ora in poi non sbaglierai mai nel comprare e non ti farai più vendere da altri negozianti manopole che non vadano bene per la tua disciplina e il tuo stile di guida.

Il disegno del grip sulla manopola influisce molto sulla loro efficienza, soprattutto in caso di pioggia.  Pensa a quante volte hai preso l’acqua uscendo in bici e l’unica cosa che ti dava problemi era proprio la manopola perché forse qualcuno ti ha venduto quello che aveva in negozio, invece di consigliarti quella giusta.

Leggi questo articolo fino in fondo e troverai sicuramente la soluzione.  Considera che ogni produttore adotta disegni più o meno fantasiosi sulla superficie della manopola, al di fuori dell’ aspetto estetico, perché una buona presa ti farà sempre avere maggior controllo in ogni situazione, ma soprattutto non ti farà cadere.

NON SOTTOVALUTARE QUESTA IMPORTANZA

Più la manopola è incisa e più grip avrai.

Sistema di fissaggio. Quanti sistemi conosci? Se non lo sai non ti preoccupare, te lo dico io. Nel mondo Cross Country, o semplicemente XC, si osserva molto anche la leggerezza, quindi le manopole che sfruttano la naturale aderenza sul manubrio e che si montano con aria compressa e/o alcol, sono da preferire perché pesano di meno.

Se invece sei uno di quelli che pedala in salita con calma, per risparmiare forze per la discesa, dove le sollecitazioni aumentano, perché ti diverte di più, ti consiglio quelle con un collarino singolo o doppio. Chiamate anche manopole lock-on.

In questo caso il peso aumenta, ma il sistema molto efficiente permette l’ immobilità della manopola, un controllo ottimale della bici anche in situazione difficile e uno smontaggio rapidissimo.

Ricordati, d’ora in poi, grazie a questo articolo, potrai scegliere finalmente le manopole su misura per te e la tua disciplina.

Alla prossima!!