Come avere un cambio perfetto anche se non sei un meccanico

Oggi ti voglio parlare della giusta e corretta regolazione del cambio posteriore e della sua importanza nel funzionare correttamente su ogni tipo di terreno.

Quante volte ti capita di tornare dal giro del sabato e il tuo cambio non va più, non puoi più uscire la domenica e quel mega giro che ti sei organizzato con gli amici non lo potrai più fare? Ti arrabbi perché ti hanno fatto un lavoraccio e inizi metter mano da solo su ogni registro che trovi peggiorando la situazione.

Ovviamente, per lavorare sulla tua bici deve fare attenzione ad alcune cose: la bici deve essere pulita, la trasmissione non deve essere tanto usurata.  Cambia la catena ogni mille km sulla mtb e cinquemila km su bici da strada, perché se fai così non usuri velocemente le corone e il pacco pignone. Sostituisci guaine e fili quando il manettino inizia a diventare più duro nella cambiata. Se hai fili esterni lubrificali spesso, controlla che le guaine non abbiano pieghe perché non faranno scorrere il filo. Il forcellino che tiene il cambio deve essere sempre allineato.

Far funzionare correttamente un cambio é un’operazione complessa che diventerà abbastanza semplice se leggerai attentamente quello che sto per scrivere. Mi raccomando: non dire a nessuno quello che leggerai tra poco perché sono i segreti per un cambio perfetto che ho scoperto grazie alla mia esperienza fatta sul campo gara.

Prima di metterci all’ opera, dobbiamo avere anche una certa conoscenza del cambio che usiamo e su quello che stiamo facendo, seguendo un metodo ben preciso, perché agire a caso sui registri come fan tutti serve a migliorare la cambiata solo per i primi km, per poi ritornare peggio di prima.

Il cambio é composto da due parti principali, il bilanciere e la gabbia.

reg2Il bilanciere é il corpo vero e proprio del cambio, sul quale agisce il filo che terrà anche in tensione la molla, la quale tiene in posizione il bilanciere e il giusto rapporto inserito.

La gabbia é formata da due lame fissate tra loro con due viti, le quali fanno sempre perno di rotazione sulle rotelle che, essendo in tensione, tengono ferma la catena.

Il cambio, é un componente molto importante del funzionamento della bici (per non parlare poi delle ultime evoluzioni del prodotto) che permette di salire e scendere alla catena sul tuo pacco pignoni, variando cosi il rapporto posteriore e addirittura lo sviluppo metrico, ovvero i metri per ogni pedalata che diamo completamente.

È la parte meccanica più sollecitata, purtroppo é portato a perdere facilmente la sua regolazione.

Adesso sicuramente starai già pensando di portarti il pc o lo smartphone in garage e iniziare subito i lavori……

FERMATIIIIII!!! !!
Ti consiglio di leggere bene prima, perché dopo il lavoro ti verrà meglio.

Sicuramente la misura catena sarà corretta e avrà anche il giusto verso di montaggio, due per alcune, cosi funzionerà tutto alla perfezione.

Se guardiamo attentamente noteremo che ci sono tre viti, con testa a croce o esagonali, che spesso di solito sono vicine: servono solo ai registri di fine corsa denominati con L oppure H.

L = regolazione cambio sul pignone più grande o agile.

H = regolazione cambio sul pignone più piccolo o più duro da pedalare.

Come regolarli?

reg3

Semplicemente avvitando o svitando la vite, che va in battuta su un’apposita sporgenza, si andrà a perfezionare il punto di arresto del cambio su ogni fine corsa. Sul pignone la rotella più grande del cambio deve essere allineata perfettamente senza oltrepassare lo stesso, mentre su quella piccola, siccome le rotelle si allontanano dal pignone e diventano meno sensibili alla registrazione (lo dico per esperienza acquisita anche in campo gara) devono essere un millimetro circa verso l’esterno, cosi velocizzeremo la nostra cambiata.

Quindi, se notiamo che lavora tutto alla perfezione, ma negli ultimi rapporti esterni non scende o fa rumore la catena, agiremo su queste viti mettendole come vi ho insegnato nelle righe sopra.

Se invece abbiamo problemi sulla regolazione dei rapporti intermedi, stai fermo e non toccare niente perché potresti fare dei danni.

Una volta regolato il fine corsa, inizieremo a controllare che la tensione del cavo sia corretta.

tmp_26945-20161203_1208131007306829Ad ogni cambiata il tuo cambio si deve allineare alla perfezione con il pacco pignone, immagino che tu abbia anche le guaine e i fili adeguati alla tua bici. Te lo hanno mai detto gli altri? Non è che hai un filo economico da tre euro, di quelli che si montano sulle city bike e te lo hanno fatto pagare come uno dei migliori?  Il filo si differenzia molto anche a seconda della disciplina, non si può montare un filo economico su un cambio top gamma perché la sua molla di richiamo non riuscirebbe a farlo funzionare bene: questo è uno dei principali problemi che riscontro sulle bici preparate da altri.

Il filo del cambio e la sua tensione sono i maggiori responsabili del funzionamento.

Il filo deve essere tirato con precisione ma non aver paura, ti spiegherò come fare, in modo che il cambio si allinei con i pignoni e la cambiata diventi precisa sia a salire che scendere.

Ci sono due modi per regolare la tensione:

  • Il primo è svitare la vite del cambio che tiene il filo (regolazione grossolana).  Così la regolazione é più diretta perché si deve indovinare la tensione tirando o mollando il filo e successivamente avvitare la vite per bloccarlo.
  • Il secondo é agire sul registro del manettino, (regolazione di fino). La regolazione deve essere eseguita avvitando la vite in senso orario se il cambio non scende bene sul pignone più piccolo, o svitandola in senso antiorario per farlo salire sui pignoni più grandi.

Non fare come tutti che avvitano a occhio, inizia piano piano e arriverai prima alla regolazione perfetta.

Ti ricordo che quando riduci la tensione il cambio scende verso il basso e quando l’aumenti il cambio sale verso l’alto. Se quindi ti accorgi che fa fatica a salire o non tiene bene il rapporto e cerca di scendere, devi tirare il filo svitando il registro sul manettino, in questo modo ottieni una perfetta regolazione.

Adesso ti rimane solo da regolare la distanza della puleggia-pacco pignoni.
Ultima cosa da fare per registrare il tuo cambio ma non di poca importanza, perché una puleggia che é troppo vicina o lontana non funziona bene. La distanza va fatta con il cambio sul pignone più grande e il più vicino possibile.

Segui bene quello che ti dirò e non sbaglierai.
Sui cambi 10 vel la distanza consigliata deve essere 5/6 MM strada, 7/8  MM mtb, sui cambi 1X11 E 1X12  invece 12/15 MM.

AL LAVOROOO!!!!!!

Vista la teoria passiamo ora alla pratica, cosa ci serve?

  • Un cacciavite a stella.
  • Brugole misura 2 e 3 per i fine corsa.
  • Brugola da 4 e 5 per il morsetto del cambio.

Immagina di trovarti nel peggiore dei casi: sabato sera, ultimi metri prima di finire il giro, chiacchierando con i tuoi amici vi toccate senza farlo apposta e cadi rompendo il cambio.

Meno male che uno di scorta lo tieni sempre in casa, quindi basta fare tutte le regolazioni da zero perché il giorno dopo, di domenica, hai sempre quella famosa mega uscita di gruppo. Ma di domenica chi te lo monta?

Tutto questo, per te che hai avuto la fortuna d’incontrarci e hai letto tutto con attenzione, non sarà più un problema.
Quindi non aspettare ed inizia:

1) Monta il cambio nuovo senza attaccare il cavo e regola subito il fine corsa inferiore H, svita il suo registro per regolarlo e ricordati di metterlo un millimetro in più verso l’esterno.

2) Scarica tutto il manettino del cambio come se volessi spingere la tua bici al tmp_26945-20161203_121336832550415massimo, poi, te lo dico per esperienza, svita di due giri il registro sul manettino. Quest’operazione ti permette di avere più margine sulle micro regolazioni che poi ti spiegherò.
Prendi il tuo filo e mettilo nel morsetto. Attento al verso, in tanti sbagliano ma non lo fare anche tu: ricontrolla che sia quello giusto perché se lo metti da sopra o da sotto cambia male e non riesci a regolarlo. Di solito c’ è una scanalatura sul cambio sotto il morsetto che indica il passaggio.

Adesso tira il filo e avvita il morsetto. Non deve né rimanere troppo in tiro né essere troppo lento.
Ora monta la catena se non l’hai ancora fatto.

3) Adesso é arrivato il momento di regolare il cambio, regolazione di fino.
Con il manettino sali di un rapporto. Al novanta per cento la catena fa fatica a salire, quindi svita in senso anti-orario il registro fino a che la catena non sale perfettamente sul pignone successivo. Se invece sale di due bisogna avvitarlo, ma te che mi sei stato a sentire, puoi avvitare il registro di due giri facendo cosi scendere la catena sul pignone giusto.

Ricordati quindi alcune semplici regole:
– Se a rapporto inserito la catena tende a salire, devi avvitare il registro per mollare la tensione del cavo.
– Se la catena tende a scendere e non lo tiene bene, devi svitare il registro per mettere in tensione il cavo.
– Se la catena tende a salire e non lo tiene, devi avvitare il registro per mollare il cavo.
– Se la catena fatica a scendere o ci mette davvero tanto per farlo, devi avvitare il registro per mollare il filo.

Le regolazioni di fino sono semplici da fare, cerca di capire bene come funziona il registro di tensione ed agisci con un po’ di logica.tmp_26945-20161203_121313478003186

4) Ora fai salire il cambio sul pignone più grande. Se non sale bene, niente panico, basta svitare il registro di fine corsa L ricordandoti d’allineare il cambio al pignone, perché se lo supera la catena può fuori uscire, incastrandosi tra pignone e raggi rovinandoli…non te lo auguro…
Regola quindi il cambio facendo in modo che salga agevolmente sul pignone più grande anche forzando la cambiata dal manettino.

5) Adesso regola la distanza puleggia-pignoni tramite la terza vitereg4 posta sopra tutte le altre. Mi raccomando, mettila come ti ho spiegato e vedrai che funzionerà tutto alla perfezione.
Sui cambi 9 / 10 vel la distanza consigliata deve essere 5/6 MM strada, 7/8  MM mtb, sui cambi 1X11 E 1X12  invece 12/15 MM.

Con quest’ ultima regolazione hai finito. Ti rimane solo da provarla: usa pure il cambio con tutti gli incroci ed una volta che ha verificato che tutto sia in ordine provala pure sui sentieri!!!!
Mi raccomando, metti sempre il casco e le protezioni per chi va in mtb!

Ogni volta che userai il cambio che hai regolato pensa che chi non è stato fortunato e non ha seguito le mie spiegazioni non potrebbe mai riuscire a fare quello che hai fatto tu!

Alla prossima!!!